Eventi

Dimmi come scrivi…

INTRODUZIONE ALLA GRAFOANALISI

a cura di Laura Parodi – grafologa

“Nel momento in cui scriviamo ci situiamo nello spazio: il foglio di carta rappresenta l’universo nel quale ci muoviamo, e ogni movimento scrittorio è simbolico del nostro comportamento in questo universo.” Ania Teillard

 

L’uomo è un essere curioso, sempre alla ricerca di strumenti o test in grado di raccontare qualcosa in più sulla sua personalità. Si direbbe che è nella sua natura essere affascinati da qualcosa o da qualcuno capace di interpretare il comportamento umano. Molti osservano il modo in cui si cammina, si parla, la gestualità, la mimica facciale, il linguaggio non verbale, e riesce a dare delle corrette interpretazioni. Ma uno degli strumenti più affascinanti capaci di “leggere” l’individuo, è sicuramente la scrittura che rappresenta una vera e propria fonte d’informazioni legate a chi l’ha tracciata su un foglio, e possono essere molto utili per interpretare i tratti del carattere magari meno noti o semplicemente più nascosti di ciascun individuo.

PROGRAMMA

Martedì 30 Ottobre – primo incontro
Brevi cenni storici sulle scuole europee di pensiero grafologico
La scelta del foglio, della penna e del colore dell’inchiostro. Corsivo e stampatello

 Martedì 6 Novembre – secondo incontro
Il simbolismo grafico: se l’universo è il foglio noi come ci rapportiamo con questo spazio?
Esercitazioni pratiche.

Martedì 13 Novembre – terzo incontro
Le modificazioni al modello scolastico standard: come sviluppiamo la nostra personale
interpretazione dei segni letterali appresi nelle elementari. Esempi pratici e il loro significato psicologico.

Martedì 20 Novembre – quarto incontro
Scrittura angolosa e scrittura curvilinea, calibro piccolo e calibro grande, scrittura retta,
ascendente o discendente. Prove pratiche ed interpretazione.

Martedì 27 Novembre – quinto incontro
La scrittura nell’età evolutiva. Problematiche adolescenziali: scrittura introversa e scrittura
estroversa, la firma come sintesi del nostro Io sociale. Esempi pratici.

 

E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE