Caricamento Eventi

« Tutti gli eventi

Islanda. Terra di ghiaccio e di fuoco

10 Settembre | 08:00 - 18 Settembre | 22:00

 

Terra di paesaggi estremi, eppure delicati, l’Islanda è una terra giovane, ancora in formazione che “bolle” sotto i piedi. Islanda “Iceland” significa terra del ghiaccio e del fuoco, ma è molto di più e lo si capisce non appena ci si mette piede. Gran parte della sua popolarità è dovuta alle sue bellezze naturali: ghiacciai, sorgenti termali, geyser, vulcani attivi, picchi innevati e vasti deserti di lava. Il primo insediamento permanente dell’isola a Reykjavík., avvenne a opera di Ingólfur Arnarson intorno all’anno 870. Il significato islandese del nome, in italiano, può essere tradotto in baia fumosa e fu scelto dal fondatore per via dei fumi geotermali che circondano la zona.

 

PROGRAMMA VIAGGIO

1° GIORNO – GENOVA – MILANO – REYKJAVIK

Partenza con bus privato per aeroporto di Milano Malpensa e partenza con volo di linea per Reykjavik via Francoforte. Arrivo nel primo pomeriggio, incontro con la guida, trasferimento in città e pomeriggio dedicato alla visita guidata a pedi di Reykjavik. Sistemazione in hotel nelle camere riservate, pranzo e cena libera. Pernottamento in Hotel

2° GIORNO REYKJAVIK AKUREYRI – GODAFOSS

Prima colazione in Hotel. Partenza verso il nord dell’ Islanda  Akureyri (Km 380, 5h). Durante il percorso sosta fotografica presso il cratere di Grábrók, apertosi più di 3000 anni fa è il più grande di tre crateri presenti lungo la spaccatura vulcanica che attraversa il campo lavico di Grábrókarhraun. Arrivo a Akureyri, la città si trova a meno di 100 Km a sud del Circolo Polare Artico, in fondo all’Eyjafjörður, sul fiume Glerá. Il vichingo Helgi Eyvindarson il magro fu il primo a stabilirsi nella regione nel IX secolo, tuttavia, il primo insediamento permanente ad Akureyri risale al 1778. Proseguimento per Godafoss  che in islandese significa “Cascata degli Dei”. Visita della cascata, una delle più note e spettacolari d’Islanda. La cascata è formata dalle acque del fiume Skjálfandafljót che cadono per circa 12 metri su un fronte di circa 30 m. Il nome della cascata deriva dalla leggenda di Þorgeir Ljósvetningagoði, colui che fece del Cristianesimo la religione ufficiale d’Islanda. Þorgeir era il Lögsögumaður, una sorta di presidente, dell’Alþingi, il parlamento islandese, quando nell’anno 999 gettò le sue statue degli dèi nordici pagani nella cascata. Pernottamento in guest house o farm hotel

 3° GIORNO – GODAFOSS – HUSAVIK –  MYVATN – GODAFOSS 

Prima colazione in Hotel. Partenza per Husavik  e imbarco per una crociera di avvistamento delle balene (durata circa 3h). Resto della giornata dedicato alla scoperta del Lago Myvatn, con le formazioni vulcaniche, il campo lavico di Dimmuborgir e la distesa di Námaskarð. Myvatn è il quarto lago naturale più grande d’Islanda, 37,3 Km² e 4,5 m di profondità, il cui paesaggio è dominato dalla sagoma inconfondibile del principale vulcano attivo della regione, il Krafla.  Nel pomeriggio ingresso al Myvatn Nature Baths, una piscina naturale formata da acque termali per un rilassante bagno caldo. Pernottamento in hotel

4° GIORNO –  GODAFOSS – DETTIFOSS – BORGARFJORDUR EYSTRI – EGLISSTADIR 

Prima colazione in Hotel. Partenza in direzione est verso Eglisstadir. Sosta alla cascata di Dettifoss. Circa 30 Km prima di sfociare nella baia Öxarfjörður nell’Islanda settentrionale, il fiume Jökulsá á Fjöllum cade in tre spettacolari cascate, Selfoss, Dettifoss e Hafragilsfoss, tutte nel grandioso canyon di Jökulsárgljúfur. Dettifoss è la più grande d’Europa: il suo salto, la sua potenza e la forza con cui l’acqua plumbea del fiume, ricca di sedimenti glaciali, si getta nella gola sono impressionanti e paurosi, specie se osservati da distanza ravvicinata. Lago Lagarfljót. Lago, chiamato anche Lögurinn, dell’Islanda orientale, lungo circa 25 Km e largo fino a 2,5 Km. Come nello scozzese Loch Ness, nel lago si dice dimori un mostro spaventoso, il Lagarfljotsormur. Avvistamenti del mostro si sono stati registrati già a partire dal 1345, gli ultimi datano al 1963 e al 1998. Proseguimento e visita di Seydisfjordur, gioiello dei fiordi orientali. Trasferimento in zona Eglisstadir per il pernottamento. Pernottamento in Hotel

5° GIORNO – EGLISSTADIR – FIORDI ORIENTALI – JOKULSARLON

Prima colazione in Hotel. Partenza verso sud attraversando gli spettacolari fiordi, con soste nei pittoreschi villaggi di Eskifjordur, Reydarfjordur e Faskrudsfjordur. Il viaggio prevede una percorrenza chilometrica notevole, che offrirà però una vista panoramica mozzafiato sulla costa. Arrivo a Jokulsarlon (Km 280 circa) e pernottamento in zona. Pernottamento in Hotel

6° GIORNO –  JOKULSARLON – FJALLSARLON – SKAFTAFELL – SVARTIFOSS – VIK

Prima colazione in Hotel. Visita della laguna glaciale di Jokulsarlon, Il più grande e conosciuto lago glaciale dell’Islanda si trova a sud del ghiacciaio Vatnajökull, tra il Parco nazionale Skaftafell e la città di Höfn, apparve per la prima volta tra il 1934 e il 1935 e dal 1975 crebbe dai 7,9 Km² agli attuali 18 Km² di superficie. Una delle caratteristiche più sorprendenti del Jökulsárlón sono i numerosi iceberg che si staccano dalla lingua del ghiacciaio del Breiðamerkurjökull. Escursione in gommone nella laguna glaciale di Fjallsarlon, che ci porterà vicinissimi al fronte glaciale. Proseguimento per il Parco Nazionale di Skaftafell, dove si trovano la foresta di betulle Bæjarstaðarskógur, la cascata Svartifoss, un salto di 12 m su colonne di basalto nero, la valle Morsárdalur, il monte Kristínartindar e il ghiacciaio Skaftafellsjökull, propaggine nel grande ghiacciaio Vatnajökull. Successivo trasferimento a Vik, visita della cittadina affacciata sulla baia di Reynisfjall, dove si trovano gli scogli di Dyrholaey, sui quali nidificano le pulcinelle di mare, e della spiaggia nera di Reynisfjara. Pernottamento in Hotel

7° GIORNO – VIK – GEYSIR – THINGVELLIR – REYKJAVIK

Prima colazione in Hotel. Partenza per la regione del Circolo d’Oro. Visita alle imponenti cascate di Skogafoss e Seljalandsfoss. Skógafoss si trova nel sud dell’isola presso la località di Skógar, originata dal fiume Skógaá, proveniente dal ghiacciaio Eyjafjallajökull su un salto che in altri tempi era una scogliera. La cascata è larga 25 m e cade per 60 m. A destra del salto si inerpica una scalinata di circa 700 gradini che porta al culmine della cascata e a pochi passi dall’inizio del salto. Secondo una leggenda, il vichingo Þrasi Þórólfsson, nascose un forziere colmo di monete d’oro nella caverna dietro la cascata. Un ragazzo trovò lo scrigno e per ricuperarlo annodò una corda a uno degli anelli laterali, che però si ruppe lasciando affondare il forziere. L’anello d’argento con incisioni runiche, in seguito usato come maniglia del portale della chiesa di Skógar, si può vedere al museo. Una credenza locale vuole che chiunque si bagni nelle acque della cascata possa ritrovare un oggetto perduto e a lungo cercato. Proseguimento per il “circolo d’oro” dove si visiteranno la cascata di Gullfoss, dall’islandese “cascata d’oro”, l’area geotermale di Geysir che ha dato il nome a questo fenomeno di vulcanesimo secondario. Geyser situato nella valle di Haukadalur e ritenuto il più antico geyser conosciuto. La stessa parola geyser deriva da Geysir, a sua volta derivato dal verbo islandese gjósa, eruttare. Le eruzioni del Geysir, talvolta irregolari, spingono flutti di acqua bollente fino ad un’altezza di 60 m. Nel 1845 l’eruzione raggiunse un’altezza di 170 m e tra il 17 e il 20 giugno 2000, 122 m. È stato stabilito dai geologi che il Geysir risale al 1294, quando si formò a seguito di un terremoto. L’acqua presente alla profondità di oltre 23 metri, ha una temperatura di circa 120 °C, ma non può convertirsi allo stato gassoso a causa dell’elevata pressione causata dalla massa d’acqua sovrastante. Quando questa pressione diminuisce a seguito della tracimazione dell’acqua sovrastante, un quantitativo d’acqua sempre crescente raggiunge il punto di ebollizione e ciò consente a una miscela di acqua e vapore di uscire dal condotto in modo violento. Sosta presso Stokkur, il geyser più importante. Ultima tappa, il parco nazionale di Thingveillir, di grande interesse geologico, in cui si trova la faglia che separa la zolla tettonica eurasiatica da quella nordamericana. Disteso lungo le rive settentrionali del lago più grande dell’Islanda, questo parco offre una bellezza paesaggistica davvero incredibile ed è stato dichiarato Patrimonio Unesco perché fu la sede del primo parlamento del mondo. Proseguimento verso Keflavik. Pernottamento in Hotel

8° GIORNO –  REYKJAVIK – MILANO – GENOVA

Prima colazione in Hotel. Check-out dall’hotel e trasferimento in tempo utile in aeroporto. Arrivo in serata all’aeroporto di Milano Malpensa, trasferimento in bus privato a Genova.

 

AVVERTENZA

L’ordine cronologico delle visite potrà essere modificato anche all’ultimo momento se le circostanze lo rendessero necessario, pur mantenendo inalterati i contenuti del programma. Genova Cultura si riserva inoltre la possibilità di apportare piccole modifiche al programma, qualora lo ritenesse opportuno.

 

 

I VIAGGI DI GENOVA CULTURA SONO RISERVATI AI SOCI

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE da richiedere in sede

 

LA QUOTA COMPRENDE

  • Volo di linea Lufthansa Milano Malpensa / Francoforte / Reykjavik // Reykjavik / Francioforte / Milano Malpensa;
  • Tasse aeroportuali aggiornate a fine dicembre 2018 (€ 120)
  • franchigia bagaglio 23 kg da riconfermarsi prima della partenza
  • transfer con bus privato Genova/Milano Malpensa/Genova
  • trasferimenti ed escursioni in bus privato
  • sistemazione nelle strutture indicate o similari
  • trattamento di pernottamento e prima colazione
  • guida parlante italiano a disposizione per tutto il tour
  • escursione in battello per l’avvistamento delle balene (durata circa 3h)
  • ingresso ai Myvatn Nature Baths (laguna blu del nord)
  • navigazione con mezzo anfibio alla laguna glaciale di Jukulsarlon (durata circa 30 minuti)
  • polizza assicurativa medico bagaglio
  • assistenza accompagnatori Genova Cultura

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • i pranzi non menzionati nel programma e in aeroporto
  • bevande
  • le mance, il facchinaggio
  • gli extra di carattere personale
  • polizza annullamento viaggio. La copertura non è estesa ad eventuali visti e tasse aeroportuali e può essere attivata solo contestualmente all’atto della prenotazione
  • tutto quanto non espressamente indicato nella voce “La quota comprende”

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dettagli

Inizio:
10 Settembre | 08:00
Fine:
18 Settembre | 22:00
Categoria Evento:
Tag Evento:
,

Organizzatore

Genova Cultura
Telefono:
0103014333 - 3921152682
Email:
Sito Web:
www.genovacultura.org

Luogo

Islanda
Islanda+ Google Maps